Festival della Persona 2013 - Comunicati Stampa

Festival della Persona

 


20 Settembre 2013 - CONCLUSA A VERONA LA QUINTA EDIZIONE DEL "FESTIVAL DELLA PERSONA"

Con una "lection magistralis", un convegno con relatori illustri e la chiusura affidata al Segretario nazionale di Confartigianato Imprese, Cesare Fumagalli, si è conclusa oggi a Verona la quinta edizione del "Festival della Persona", manifestazione incentrata sul tema "Ri-costruire Comunità e Benessere oggi. Il modello italiano".

Doveva esserci il Ministro dello Sviluppo Economico, Flavio Zanonato, ma il Consiglio dei Ministri, a Roma, lo ha fatto rimanere in dubbio sino all'ultimo, per poi costringerlo a dare forfait. Non sono mancati, invece, il Presidente della Commissione Lavoro del Senato Maurizio Sacconi, e il Sindaco di Verona Flavio Tosi, chiamati a ad uno sviluppo della "lezione" tenuta da Mauro Magatti, Preside della Facoltà di Sociologia dell'Università Cattolica di Milano.

"Con la crisi che sta scuotendo il Paese – è stato uno dei concetti espressi da Magatti - non basterà il ricorso a qualche intervento tecnico per sciogliere i nodi che abbiamo davanti. È evidente, infatti, che il nostro Paese, come altri, ha accumulato un ritardo storico nella misura in cui non è stato in grado di attrezzarsi per mettersi al passo dei nuovi, più elevati, livelli standard tecnico-economico dettati dalla recente globalizzazione". E ancora: "Il mondo artigiano e pienamente parte di questa storia, di questa matrice – ha concluso -. Difenderlo e promuoverlo non significa avere la testa voltata all'indietro, ma continuare a pensare che l'Italia abbia qualcosa di straordinario da offrire al mondo intero".

Il Senatore Sacconi ha centrato l'attenzione sui concetti e i valori della persona e della famiglia che stanno dietro all'imprenditoria artigiana "piccola per dimensione – ha detto – ma non certo per dignità, rilvenza e peso economico. Protagonisti di una storia di secoli, gli artigiani hanno costruito le nostre società, contribuendo persino alla nascita delle prime isituzioni di governo locale. Va reso merito a Confartigianato per essere riuscita ad andare oltre l'associazionismo imprenditoriale di categoria, pensando ad una realtà che abbracciasse altri aspetti dell'uomo e della donna artigiani, che è pur sempre persona, cittadino".

Apprezzato l'intervento di Flavio Tosi, Sindaco di Verona, concentratosi sul concetto di "ri-costruire", partendo dai grandi e piccoli problemi del Paese. "Dalla tassazione alla burocrazia, dall'inadeguatezza delle strutture e delle procedure amministrative all'indolenza di un certo mondo politico, le criticità di questa nostra Italia possono essere superate solo recuperando il vero significato della parola 'serietà'. E' vero, qui a Verona, nel Veneto, nel NordEst, la crisi ha morso, sino ad ora, con meno vigore rispetto ad altre aree del Paese, ma l'immagine di territorio fortunato è ben lontana dalla realtà: qui abbiamo resistito perché la dimensione imprenditoriale è la vostra, quella dell'artigiano, delle piccole imprese che sembrano essere riuscite in quello che è più difficile per aziende di grandi dimensioni, nonostante le difficoltà".

La conclusione della due-giorni di "Festival" è stata affidata a Cesare Fumagalli, Segretario nazionale di Confartigianato Imprese. "La positiva riuscita di questa quinta edizione tenutasi a Verona – ha detto – ci ha convinti ancor più di quanto buona sia stata l'idea originaria di dar vita ad una manifestazione di questo tipo. Vogliamo ringraziare la città di Verona per l'ospitalità e l'accoglienza dedicata a centinaia di dirigenti, funzionari e associati di Confartigianato provenienti da tutta Italia".

Convegni, presentazioni di novità in anteprima (l'iniziativa didattica "Vorrei fare l'artigiano", con il coinvolgimento delle scuole e l'allargamento a livello nazionale dell'accordo Confartigianato-AIM Energy per la fornitura di energia elettrica a tutte le famiglie degli imprenditori artigiani, i loro dipendenti e gli artigiani pensionati), momenti di cultura, spettacolo, cinema, teatro... questo e molto altro è stato il "Festival della Persona" 2013.

In mattinata, al Teatro Alcione, la giornata del Festival si è aperta con la proiezione del film di Ermanno Olmi "Come voglio che sia il mio futuro", seguito da un dibattito che ha coinvolto Johnny Dotti e il vice presidente di Confartigianato Claudio Miotto

In Piazza Bra è rimasto attivo per entrambi i giorni di manifestazione uno spazio-vetrina per illustrare le attività di Confartigianato Persone e dei suoi soggetti costituenti, accanto a uno speciale spazio dedicato ai giochi tradizionali, curato da ANCoS, che si è così ben affiancato alla giornata di apertura del "Tocatì", evento dedicato ai giochi tradizionali e di strada.
 


20 settembre 2013 - L'ARTIGIANATO ENTRA NELLE SCUOLE ITALIANE CON L'INIZIATIVA 'VORREI FARE L'ARTIGIANO'

Un progetto nato dalla collaborazione tra Anap Confartigianato Persone e Giunti Progetti Educativi, con il sostegno del Ministero dell'Istruzione e la partnership del Gruppo Bosch

Un viaggio tra antichi e nuovi mestieri artigiani. Lo faranno bambini e ragazzi tra i 9 e 14 anni sui banchi delle scuole italiane, grazie all'iniziativa nata dalla collaborazione tra Anap Confartigianato Persone (l'Associazione nazionale anziani e pensionati della Confederazione) e Giunti Periodici Educativi che, da quest'anno scolastico, portano in classe l'artigianato con il kit didattico "Vorrei fare l'artigiano". Il progetto è stato presentato oggi nell'ambito del Festival della Persona, organizzato da Confartigianato Persone a Verona
Un libro di testo illustra in modo semplice ed immediato la realtà delle attività artigiane, dalle più tradizionali a quelle legate ai settori della tecnologia, dell'innovazione e della ricerca. L'iniziativa, destinata alle classi IV e V della scuola primaria e alle prime tre classi della scuola secondaria di primo grado, prevede anche un concorso nazionale a premi: gli studenti dovranno realizzare un'inchiesta giornalistica sui mestieri artigiani, utilizzando foto, interviste e filmati, e dando sfogo alla loro creatività.
All'iniziativa, che ha il sostegno del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, ha aderito il Gruppo Bosch, fornitore leader e globale di tecnologie e servizi, che offrirà i premi del concorso nazionale.
'Vorrei fare l'artigiano' intende avvicinare i più giovani al patrimonio produttivo, alle competenze e abilità dell'imprenditoria artigiana che hanno contribuito ad arricchire la cultura e l'economia del nostro Paese. Conoscere i tanti aspetti dell'artigianato italiano è importante soprattutto per i bambini che spesso ignorano come nascono prodotti e servizi che utilizzano tutti i giorni.
"Il progetto 'Vorrei fare l'artigiano' – spiega il Presidente di Anap Confartigianato Persone Giampaolo Palazzi – prevede anche la partecipazione dei Maestri d'opera e d'esperienza, vale a dire artigiani in pensione ma appassionati della loro attività, che nelle scuole italiane incontreranno i ragazzi per raccontare i 'segreti' del mestiere e incoraggiarli ad immaginare e costruire un possibile futuro di formazione e di lavoro nel mondo dell'impresa, in particolare di quella artigiana".
Il kit didattico è già stato richiesto da oltre 600 istituti scolastici in tutta Italia ed è disponibile gratuitamente sul sito di Giunti Periodici Educativi:
www.giuntiprogettieducativi.it
 


20 settembre 2013 - FIRMATO NELL'AMBITO DEL FESTIVAL DELLA PERSONA A VERONA - ENERGIA – Accordo tra Confartigianato e AIM Energy: sconti in bolletta per le famiglie degli artigiani, i loro dipendenti e gli artigiani pensionati

Diventa nazionale la convenzione siglata a luglio dai consorzi energia Caem e Cenpi

Tutte le famiglie degli imprenditori artigiani, i loro dipendenti e gli artigiani pensionati, da oggi possono godere dei benefici derivanti da un accordo siglato dai Consorzi Caem e Cenpi e già operativo, da metà di luglio, nelle regioni del Nordest e Nordovest d'Italia.
L'annuncio è arrivato oggi, a Verona, nell'ambito del Festival della Persona organizzato da Confartigianato Persone.
Ad illustrare l'accordo, ora esteso a livello nazionale e che porterà i sottoscrittori a risparmiare fino al 15% sulla bolletta di luce e gas, erano presenti il Presidente di Confartigianato Imprese Giorgio Merletti, il Segretario generale di Confartigianato Imprese Cesare Fumagalli e l'Amministratore unico di AIM Energy Otello Dalla Rosa.
La convenzione, inizialmente adottata da un primo nucleo di oltre 40 Associazioni provinciali, tra cui Confartigianato Verona, attraverso i consorzi Caem e Cenpi, si allarga a tutto il territorio nazionale, e permetterà ai nuovi fruitori di risparmiare, in media, oltre 113 euro l'anno.
E che si tratti di una proposta allettante, tanto da riscuotere l'attenzione e il consenso di Confartigianato, lo dimostrano i quasi 700 nuovi contratti arrivati in poche settimane dalla firma della convenzione, avvenuta a Vicenza lo scorso luglio.
«Con l'accordo siglato oggi si estende al territorio nazionale una opportunità di assoluto interesse per tutte le famiglie – ha commentato Cesare Fumagalli – ed è significativo per noi che questo annuncio sia avvenuto a Verona, nel contesto del Festival della Persona. Oltre ai benefici economici, mi preme sottolineare il valore dell'accordo in quanto, da oggi, l'operatività si allarga dalle imprese a tutte le famiglie degli artigiani».
«Questa convenzione, inizialmente firmata con i consorzi Caem e Cenpi, oggi proietta AIM Energy in un ambito di tutto rilievo e prestigio – ha dichiarato Otello Dalla Rosa –. Per noi è motivo di grande soddisfazione perché essere stati scelti dal Sistema Confartigianato a livello nazionale testimonia la competitività sul piano economico, nonché l'elevata qualità dei servizi offerti da AIM Energy».
 


19 settembre 2013 - AL VIA LA QUINTA EDIZIONE DEL FESTIVAL DELLA PERSONA

Merletti (Pres. Confartigianato): "C'è la necessità di fare leva sulla vocazione imprenditoriale degli italiani". Oggi (venerdì 20 settembre), convegno con il Ministro dello Sviluppo Economico Flavio Zanonato, il Presidente della Commissione Lavoro del Senato e il Sindaco di Verona Flavio Tosi

fest"Impresa, lavoro, famiglia, territorio, associazionismo: sono i valori fondanti del 'modello italiano' da cui bisogna ripartire per lasciarci finalmente alle spalle una crisi che ha prodotto profondi danni economici e disagio sociale". Ne è convinto Giorgio Merletti, Presidente di Confartigianato Imprese, intervenuto oggi, al Teatro Nuovo di Verona, alla cerimonia d'apertura della quinta edizione del 'Festival della Persona'". Una manifestazione incentrata sul tema "Ri-costruire Comunità e Benessere oggi. Il modello italiano", per indagare su quali possano essere le risorse positive a cui attingere per reagire alla crisi e ai grandi cambiamenti in atto, ritrovando il ruolo della comunità per costruire attivamente il futuro.

"C'è la necessità di fare leva sulla vocazione imprenditoriale degli italiani – ha continuato Merletti - per uscire dalla crisi e ricostruire benessere e coesione sociale. Gli interventi di politica economica devono valorizzare le capacità che hanno fatto grande il made in Italy nel mondo, la creatività e il 'saper fare' tipici dell'artigianato e delle piccole imprese, la cultura, la tradizione produttiva, l'innovazione profondamente radicate nei territori del nostro Paese. Al tempo stesso va costruito un sistema di welfare 'a misura' della realtà sociale, economica ed occupazionale e dei nuovi bisogni dei cittadini-imprenditori e delle loro famiglie". Sul palco anche il Presidente regionale di Confartigianato Imprese Veneto, Giuseppe Sbalchiero, che ha sottolineato come "qui in Veneto non abbiamo raggiunto livelli di disagio tali da minare la coesione sociale ma, tramite Confartigianato Persone, garantiamo comunque il nostro impegno per scongiurare i pericoli che nascono dalla disuguaglianza. C'è soddisfazione per il fatto che, per la prima volta, il Festival della Persona approdi in Veneto. Un territorio che possiede una forte vocazione all'associazionismo che tradizionalmente si declina in numerose espressioni, dal sindacato al volontariato e che, nell'artigianato, significa un impegno organizzativo ormai sessantennale".

A fare gli onori di casa, al fianco dell'Assessore comunale alle Attività Economiche Enrico Corsi, il Presidente di Confartigianato Verona, Andrea Bissoli. "Desidero esprimere quanto la nostra Associazione – ha affermato -, anche a nome di quegli uomini e donne veronesi che operano nell'artigianato ma sono al contempo cittadini di questa splendida provincia scaligera, sia onorata che, per l'edizione 2013 del "Festival della Persona", Confartigianato abbia scelto Verona. Anche qui, nella nostra bella città e nella nostra operosa provincia, Confartigianato ha costruito la propria storia e la propria rappresentatività promuovendo valori non solo economici, non solo imprenditoriali, ma puntando molto sulla persona, sugli uomini e sulle donne protagonisti del pensiero, della creatività e del lavoro. Artigianato e famiglia, artigianato e dimensione sociale, artigianato e welfare, artigianato e territorio, sono binomi imprescindibili, che, senza timore di essere smentito, in Italia hanno rappresentato i salvagenti con i quali, anche in altri momenti storici di crisi, l'economia è riuscita a rimanere a galla, resistendo, ma non solo, rilanciandosi".

 

La mattinata di ieri, dopo l'apertura ufficiale del festival, si è sviluppata all'insegna del tema "Il cambiamento preso sul serio", con due momenti di riflessione: il primo animato dal direttore del Magazine "Vita" Giuseppe Frangi, il secondo nel quale sono intervenuti Enzo Rullani, docente di Economia e Gestione della Conoscenza alla Venice International University, Luigino Bruni, docente di Economia Politica all'Università Lumsa di Roma e Marco Zamperini, Chief Innovation Officer di NTT Data Italia e docente di IT presso l'Università IULM di Milano, rispettivamente sulla forza del lavorare artigiano, la forza del desiderio e la forza della rete. Nel pomeriggio, sempre al Teatro Nuovo, il direttore del Censis Giuseppe Roma ha dibattuto sul tema "Territori come giacimenti di vigore e intelligenza ancora disponibili? Le risorse su cui può davvero contare il Paese", insieme ad Antonio Golini, presidente pro-tempore dell'ISTAT, con una relazione dal titolo "Cosa serve alle famiglie in Italia".

A seguire, alle 16, nell'ambito dello Spazio Lavoro Scuola, l'intervento di Giuseppe Bertagna, Docente di Filosofia dell'Educazione presso l'Università di Bergamo, e dell'imprenditore sociale Johnny Dotti: "Scuola, lavoro, educazione, i beni che decidono le sorti di una comunità". Tra le iniziative culturali che hanno completato il programma della giornata, al Teatro Alcione è andata in scena l'opera teatrale multidisciplinare "Orizzonti nelle mani", sulla difficoltà dei giovani nel trovare lavoro, mentre in serata, al Teatro Nuovo, il giornalista Aldo Cazzullo ha presentato lo spettacolo "L'Italia s'è ridesta. Viaggio nel Paese che resiste e che rinasce".

La giornata di oggi, invece, vedrà tra gli ospiti istituzionali più attesi il Ministro dello Sviluppo Economico Flavio Zanonato e il Presidente della Commissione Lavoro del Senato, che interverranno insieme al Sindaco di Verona Flavio Tosi a conclusione della lectio magistralis tenuta dal Preside della Facoltà di Sociologia dell'Università Cattolica di Milano, Mauro Magatti, in programma al Teatro Nuovo a partire dalle 14.45. In sereta, spazio alla proiezione del film di Ermanno Olmi "Come voglio che sia il mio futuro", seguito da un dibattito che coinvolgerà Johnny Dotti e il vice presidente di Confartigianato Claudio Miotto (20 settembre, ore 9.30 – Cinema Teatro Alcione).

 

Non mancheranno infine gli incontri promossi e curati dai soggetti protagonisti di Confartigianato Persone: ANAP e ANCoS presenteranno il concorso per le scuole "Vorrei fare l'artigiano" (20 settembre, ore 9.30 – Sala convegni del Banco Popolare); CAAF e INAPA dibatteranno di nuovo welfare insieme ad Alberto Brambilla, coordinatore del Comitato tecnico scientifico di "Itinerari Previdenziali" (20 settembre, ore 9.30 – Teatro Nuovo). Sempre presso il Teatro Nuovo, il 20 settembre alle 12, si terrà la presentazione dell'accordo per la fornitura di gas ed energia elettrica a prezzi vantaggiosi a persone e famiglie appena sottoscritto dai consorzi CENPI e CAEM, rivolta a tutti i partecipanti del Festival. In Piazza Bra rimane attivo uno spazio-vetrina per illustrare le attività di Confartigianato Persone e dei suoi soggetti costituenti, accanto a uno speciale spazio dedicato ai giochi tradizionali, curato da ANCoS.

Il Festival si concluderà con l'intervento finale del Segretario Generale di Confartigianato Cesare Fumagalli, in programma alle 17.15 del 20 settembre. L'evento gode del Premio di rappresentanza del Presidente della Repubblica, del patrocinio di:

  • Ministero dello Ministero dello Sviluppo Economico
  • Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali
  • Ministero della Coesione Territoriale
  • Comune di Verona
  • Provincia di Verona
  • Regione Veneto

e ha come main sponsor la Banca Popolare di Verona e come sponsor la Camera di Commercio di Verona.

 

 


 

17 settembre 2013 - CONTRO LA CRISI, BOOM DI ASSOCIAZIONISMO E WELFARE 'FAI DA TE': 'NO PROFIT' AUMENTATI DEL 28% IN 10 ANNI. COLF E BADANTI + 53% IN 5 ANNI

Gli italiani puntano sull'associazionismo e sul welfare 'fai da te' per reagire ai danni economici e al disagio sociale provocati dalla crisi. E' quanto emerge da un rapporto dell'Ufficio studi di Confartigianato che fotografa gli effetti della recessione e le risposte dei nostri connazionali e che verrà presentato al 'Festival della Persona', organizzato dalla Confederazione a Verona il 19 e 20 settembre.

Dalla rilevazione affiora un quadro drammatico sul fronte dell'occupazione: 3.076.300 italiani sono disoccupati, ai quali si aggiungono 1.703.500 inattivi 'scoraggiati' (vale a dire che non cercano lavoro perché ritengono di non riuscire a trovarlo) e 318.600 cassintegrati, per un totale di 5.098.400 persone (pari al 10% della popolazione) che vivono gravi difficoltà nel mercato del lavoro.

La crisi ha peggiorato anche le condizioni di vita degli anziani con più di 65 anni, vale a dire 12.370.822 persone che rappresentano il 20,8% della popolazione, una percentuale destinata a toccare il 33,1% nel 2050.

Le esigenze di assistenza agli over 65 e, in generale, di cura della famiglia, hanno provocato un boom del numero di badanti e di collaboratori domestici: secondo Confartigianato, nel 2011 sono complessivamente 881.702 e negli ultimi cinque anni sono aumentati di 257.456 unità, con una crescita del 53,7%.

Tra le mille difficoltà della crisi, si scopre un'Italia solidale che si organizza per supplire alle carenze dei servizi pubblici e rispondere alle esigenze dei cittadini, testimoniando la capacità dei nostri connazionali di impegnarsi in prima persona al servizio della comunità. Il rapporto di Confartigianato rivela infatti che, tra il 2001 e il 2011, il numero delle associazioni no profit è cresciuto del 28%. Oggi se ne contano 301.191, che occupano 680.811 persone e vengono aiutate nelle loro attività da ben 4.758.622 volontari, pari all'8% della popolazione.

E tra gli italiani impegnati a resistere alla crisi, gli imprenditori si distinguono per il numero più alto tra i Paesi europei e per la capacità di creare occupazione: sono 5.574.333 e rappresentano il 9,3% della popolazione. Tra il 1997 e il 2012 le imprese dell'economia reale - manifatturiero, costruzioni e servizi non finanziari - hanno creato 1.614.300 nuovi occupati, mentre nello stesso periodo l'agricoltura ha registrato una riduzione di 431.200 occupati, la Pubblica amministrazione ha perso 147.500 addetti e il settore della finanza e assicurazioni ha incrementato gli occupati di sole 49.300 unità. Si conferma così l'assoluta prevalenza dell'economia reale sull'economia finanziaria nella creazione di posti di lavoro: la crescita dell'occupazione nell'economia reale è 33 volte quella dell'economia finanziaria.

"Questi numeri – sottolinea Giorgio Merletti, Presidente di Confartigianato - dimostrano la necessità di fare leva sulla vocazione imprenditoriale degli italiani per uscire dalla crisi e ricostruire benessere e coesione sociale. Gli interventi di politica economica devono valorizzare le capacità che hanno fatto grande il made in Italy nel mondo, la creatività e il 'saper fare' tipici dell'artigianato e delle piccole imprese, la cultura, la tradizione produttiva, l'innovazione profondamente radicate nei territori del nostro Paese. Impresa, lavoro, famiglia, territorio, associazionismo: sono i valori fondanti del 'modello italiano' da cui bisogna ripartire per lasciarci finalmente alle spalle una crisi che ha prodotto profondi danni economici e disagio sociale. Al tempo stesso va costruito un sistema di welfare 'a misura' della realtà sociale, economica ed occupazionale e dei nuovi bisogni dei cittadini-imprenditori e delle loro famiglie".

Seguono tabelle

 


17 settembre 2013 - PARTE GIOVEDI' 19 SETTEMBRE LA QUINTA EDIZIONE DEL FESTIVAL DELLA PERSONA - “RI-COSTRUIRE COMUNITÀ E BENESSERE OGGI. IL MODELLO ITALIANO”

A Verona, il 19 e 20 settembre, la manifestazione di rilevanza nazionale organizzata da Confartigianato Persone

Giovedì 19 settembre prenderà il via la quinta edizione del Festival della Persona, manifestazione a carattere nazionale, organizzata da Confartigianato Persone, che quest’anno ha scelto Verona come location. I numerosi relatori che animeranno gli incontri del Festival della Persona dibatteranno sul tema “Ri-costruire Comunità e Benessere oggi. Il modello italiano”, indagando su quali possano essere le risorse positive a cui attingere per reagire alla crisi e ai grandi cambiamenti in atto, ritrovando il ruolo della comunità per costruire attivamente il nostro futuro.

La mattinata di giovedì 19, dopo l’apertura ufficiale del festival alla presenza del Presidente di Confartigianato Giorgio Merletti e del Sindaco di Verona Flavio Tosi, sarà all’insegna del tema “Il cambiamento preso sul serio”. Saranno previsti due spazi, il primo animato dal direttore del Magazine “Vita” Giuseppe Frangi, alle ore 10.40 e, a seguire, un altro in cui interverranno Enzo Rullani, docente di Economia e Gestione della Conoscenza alla Venice International University, Luigino Bruni, docente di Economia Politica all’Università Lumsa di Roma e Marco Zamperini, Chief Innovation Officer di NTT Data Italia e docente di IT presso l’Università IULM di Milano, rispettivamente sulla forza del lavorare artigiano, la forza del desiderio e la forza della rete. “Siamo onorati – afferma il Presidente di Confartigianato Verona, Andrea Bissoli - che, per l’edizione 2013 del Festival della Persona, Confartigianato Persone abbia scelto Verona. Anche qui, nella nostra bella città e nella nostra operosa provincia, Confartigianato ha costruito la propria storia e la propria rappresentatività promuovendo valori non solo economici, non solo imprenditoriali, puntando molto sulla persona, sugli uomini e sulle donne protagonisti del pensiero, della creatività e del lavoro”.

Nel pomeriggio di giovedì (ore 14.45), sempre al Teatro Nuovo, sarà invece presente il direttore del Censis Giuseppe Roma, sul tema “Territori come giacimenti di vigore e intelligenza ancora disponibili? Le risorse su cui può davvero contare il Paese”, insieme ad Antonio Golini, presidente pro-tempore dell’ISTAT, con una relazione dal titolo “Cosa serve alle famiglie in Italia”.

Seguirà, alle 16, nell’ambito dello Spazio Lavoro Scuola, l’intervento di Giuseppe Bertagna, Docente di Filosofia dell’Educazione presso l’Università di Bergamo, e dell’imprenditore sociale Johnny Dotti: “Scuola, lavoro, educazione, i beni che decidono le sorti di una comunità”.

Tra le iniziative culturali che completeranno il ricco programma del Festival della Persona, sempre giovedì 19 settembre andrà in scena l’opera teatrale multidisciplinare “Orizzonti nelle mani”, sulla difficoltà dei giovani a trovare lavoro (19 settembre, ore 17.30 – Cinema Teatro Alcione), mentre assolutamente da non perdere lo spettacolo di Aldo Cazzullo “L’Italia s’è ridesta. Viaggio nel Paese che resiste e che rinasce” (19 settembre, ore 21.30 – Teatro Nuovo).

Tra gli ospiti istituzionali più attesi il Ministro dello Sviluppo Economico Flavio Zanonato e il Presidente della Commissione Lavoro del Senato, che interverranno insieme al Sindaco di Verona Flavio Tosi a conclusione della lectio magistralis tenuta dal Preside della Facoltà di Sociologia dell’Università Cattolica di Milano, Mauro Magatti, in programma il 20 settembre alle 14.45 presso il Teatro Nuovo di Verona, sede del Festival.

In sereta, spazio alla proiezione del film di Ermanno Olmi “Come voglio che sia il mio futuro”, seguito da un dibattito che coinvolgerà Johnny Dotti e il vice presidente di Confartigianato Claudio Miotto (20 settembre, ore 9.30 – Cinema Teatro Alcione). Non mancheranno infine gli incontri promossi e curati dai soggetti protagonisti di Confartigianato Persone: ANAP e ANCoS presenteranno il concorso per le scuole “Vorrei fare l’artigiano” (20 settembre, ore 9.30 – Sala convegni del Banco Popolare); CAAF e INAPA dibatteranno di nuovo welfare insieme ad Alberto Brambilla, coordinatore del Comitato tecnico scientifico di “Itinerari Previdenziali” (20 settembre, ore 9.30 – Teatro Nuovo). Sempre presso il Teatro Nuovo, il 20 settembre alle 12, si terrà la presentazione dell’accordo per la fornitura di gas ed energia elettrica a prezzi vantaggiosi a persone e famiglie appena sottoscritto dai consorzi CENPI e CAEM, rivolta a tutti i partecipanti del Festival. In Piazza Bra sarà allestito inoltre, per l’intera durata del Festival, uno spazio-vetrina per illustrare le attività di Confartigianato Persone e dei suoi soggetti costituenti, accanto a uno speciale spazio dedicato ai giochi tradizionali, curato da ANCoS.

Il Festival si concluderà con l’intervento finale del Segretario Generale di Confartigianato Cesare Fumagalli, in programma alle 17.15 del 20 settembre. L’evento gode del Premio di rappresentanza del Presidente della Repubblica, del patrocinio di:

  • Ministero dello Ministero dello Sviluppo Economico
  • Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali
  • Ministero della Coesione Territoriale
  • Comune di Verona
  • Provincia di Verona
  • Regione Veneto

e ha come main sponsor la Banca Popolare di Verona e come sponsor la Camera di Commercio di Verona. Il programma completo e tutte le informazioni su festivaldellapersona.it